Finanziamenti

Mutuo 100% con il Fondo di Garanzia Mutui Prima Casa

Prima

casa

Fondo di garanzia mutui prima casa

Fino al

100%

Ecco le caratteristiche del prodotto:

 

 

A CHI È RIVOLTO IL FONDO PRIMA CASA


Il Fondo è rivolto a tutti i cittadini che, alla data di presentazione della domanda di mutuo per l’acquisto della prima casa, non siano proprietari di altri immobili a uso abitativo (anche all’estero) salvo il caso in cui il mutuatario abbia acquisito la proprietà per successione causa morte, anche in comunione con altro successore, e che siano ceduti in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

CARATTERISTICHE DEL MUTUO

  • Puoi richiederlo per diverse finalità: acquisto, ristrutturazione e accrescimento dell’efficienza energetica di immobile da adibire ad abitazione principale
  • Importo massimo 250.000 euro fino al 100% del valore dell’immobile

 

CARATTERISTICHE DELL’IMMOBILE DA COMPRARE

 

L’immobile per il quale si chiede il finanziamento:

  • deve essere adibito ad abitazione principale
  • non deve rientrare nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi)
  • non deve avere le caratteristiche di lusso indicate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici in data 2 agosto 1969, n.1072.


La BCC ha aderito all’iniziativa promossa da ABI tramite la sottoscrizione della convenzione.



COME ACCEDERE AL FONDO

 

Per accedere al Fondo con la garanzia del 50% è necessario presentare in banca, contestualmente alla richiesta di mutuo, il modulo scaricabile dal sito MEF o Consap, allegando un documento di identità.


Previste agevolazioni per i giovani under 36, con ISEE inferiore ad Euro 40.000.

 

 

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Le condizioni contrattuali sono indicate nel documento "Informazioni generali sul credito immobiliare offerto ai consumatori" messo a disposizione del pubblico presso gli sportelli della banca e nella sezione “Trasparenza” del sito internet, e nel documento “Prospetto informativo europeo standardizzato”, che sarà consegnato al cliente prima della conclusione del contratto. La concessione del finanziamento è rimessa alla discrezionalità della banca previo accertamento dei requisiti necessari in capo al richiedente.